Loading...

Corso online con frequentazione da casa

nel rispetto dei protocolli Covid-19

Il corso è iniziato venerdì 19 giugno 2020 ed è durato quattro settimane più una settimana di verifica del lavoro svolto. Era focalizzato sulle tecniche di base del montaggio cinematografico digitale e sulla gestione della post-produzione di un prodotto audiovisivo. Si è svolto con due incontri a settimana, uno di gruppo e uno individuale da concordare con l’allievo. La natura del percorso formativo aveva la finalità di padroneggiare la sintassi di base del cinema per dare ritmo e senso al racconto in aggiunta a una parte teorica dedicata alla “teoria del montaggio”. Il partecipante alla fine del corso deve essere in grado di relazionarsi ad altre figure professionali, sia della produzione audiovisiva (operatori video, sound designers, fotografi) che della comunicazione (grafici, copywriters, social media managers), per poter lavorare in maniera coordinata alla costruzione di un racconto.

DOCENTE
Alessandro Bolettieri
Laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi in semiotica del cinema, prosegue la sua formazione con un Master in Scrittura ed Editoria Cinematografi ca organizzato da una casa editrice romana che gestisce authoring e right marketing per distributori come la BIM e la 01 e si specializza poi in marketing per la cultura. Prima di approdare alla post-produzione video, esplora professionalmente il mondo della comunicazione a 360°: dal web design e web development in Italia e all’estero, al social media marketing, alla grafi ca editoriale, fi no a una breve incursione nel mondo della comunicazione radiofonica. Da oltre sei anni si occupa, tra Friuli e Basilicata, di editing e produzioe video per diversi progetti con focus specifi co in ambito artistico e culturale per conto di privati ed enti pubblici, con diverse esperienze nella narrazione di eventi legati al mondo del cinema e del teatro. Durante la gestione della produzione esecutiva di un cortometraggio di animazione ambientato a Trieste, presso uno studio a Budapest, prosegue il suo percorso nel compositing per l’animazione e, successivamente, nella motion graphic, trovando in questa una sintesi alla sua formazione cross-mediale. Collabora con Il Teatro sull’Acqua dall’edizione 2019.

Sostieni Teatro sull'Acqua. Aiuta la cultura.
REGALA UN BIGLIETTO SOSPESO

9 - 13 settembre 2020

CULTURA, TEATRO, PAROLA E PASSIONE.

Unicità

Teatro sull'Acqua diretto da DACIA MARAINI è l'unico esempio italiano di produzioni teatrali sull'acqua. Si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d'Acqua di Hanoi (Vietnam).

Il teatro sotto-sopra

Il Teatro sull’Acqua ama invertire le regole del gioco. Qui la graticcia teatrale non è più vincolata alla soletta del teatro ma sul fondo del lago con i suoi corpi morti, le catene e le cime a cui ancorare le scenografie, quando le scenografie non scorrono ….sull’acqua! E’ un teatro sottosopra, dove cambiare punto di vista è la regola. La nascita di neologismi come nuot-attore oppure rem-attore testimoniano quello che di moderno e inaspettato qui accade.

Partecipazione

Il Teatro sull’Acqua è un progetto di cittadinanza culturale orientato alla produzione artistica, con la partecipazione attiva della comunità locale in sinergia con gli artisti professionisti in residenza. Esprime il genius loci del luogo. Gli stessi luoghi del quotidiano si trasformano: il Vecchio Porto di Arona diventa un anfiteatro romano sull’acqua. I ristoranti, le strade, le piazze e le ville diventano essi stessi teatro. Ogni luogo può essere teatro.

Iscriviti alla newsletter

Numeri, non solo numeri.

un coinvolgimento unico
150+
giovani formati
20
paesi coinvolti
8.000
persone tra incontri e teatro