Loading...

di e con AIda Talliente

il racconto prezioso di una vita straordinaria

Un cerchio di pietre illuminato da piccoli lumi. Un albero bianco, scarno. Scatole, cassetti, vecchi oggetti accatastati su cui siede una donna “anziana”. Appena fuori dal cerchio, un ragazzo, forse un “angelo”, suona una fisarmonica. La donna si muove in questo luogo fatto di poveri oggetti, raccontando la sua storia. Lo fa come fosse un saluto, l’ultimo saluto prima di “andarsene”. Nel corso del racconto, il piccolo cerchio di pietre diventa un luogo di passaggio tra la vita e la morte, diventa una “mappa della memoria” su cui lei lascia le proprie orme, le proprie tracce. La musica l’accompagna. Una musica che diventa anche il canto di un’anima piena di cose... Così inizia questo breve viaggio dedicato a Rosa Cantoni, Rosina per chi l’ha amata, o “Giulia” per chi l’ha conosciuta come protagonista della Resistenza friulana. Nato dopo un lungo ed intenso periodo di incontri con Rosina, lo spettacolo è un attraversamento lento e discreto dei suoi ricordi, delle sue vecchie fotografie e delle sue poesie. E’ il racconto prezioso di una vita straordinaria, vissuta con forza, coraggio e soprattutto amore; amore per la vita, per il mondo, per le future generazioni a cui Rosina sempre ha parlato. Così desidero ricordarla. Così desidero tenerla viva e più presente che mai nella mia storia e nella storia dei nostri giorni, purtroppo destinati a perdere tutte quelle voci che in passato hanno tanto lottato per cambiare il mondo.

Aida Talliente - (Udine 1978) si diploma all’ Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “S. D’Amico” di Roma. Ricercatrice di storie, autrice e interprete degli spettacoli: Aisha (un frammento d’Africa) Primo premio al concorso Premio dodici donne ATCL Lazio. Secondo premio al concorso Premio di Poesia, Prosa e Arti figurative Angelo Musco - Messina Sospiro d’Anima (la storia di Rosa) Premio Fringe Festival 2011 - Napoli. Primo premio A. Landieri 2011 - Napoli. Premio speciale Museo Cervi 2011 - Reggio Emilia. Primo premio al concorso per teatro e musica Ermo Colle 2010 - Parma. Primo premio al concorso di drammaturgia L. Liegro - Roma. Lady Sings The Blues (l’autobiografia di Billie Holiday) 2011. Miniere 2012. Premio Fringe festival 2012 - Napoli. Books AcrossBalkans 2012. Premio Moret d’Aur 2012 progetto in collaborazione con la Biblioteca di Sarajevo Ginsberg’s Blues (poesie cantate di Allen Ginsberg) 2013 Ritratto del Leone (viaggio musicale intorno alla figura di Willie Lion Smith) 2017 Il Vangelo delle Beatitudini 2018 Lavora da anni con diversi registi e attori italiani e stranieri: Alfonso Santagata, Davide Iodice, Pier Paolo Sepe, Peter Stein, Maurizio Scaparro, Fabrizio Arcuri, Abel Carrizo Munoz, Lisa Ferlazzo Natoli, Compagnia Biancofango, Giuliana Musso, Daniele Ciprì e Franco Maresco, Marco Maria Puccioni e Tolsen Nater. Collabora con diverse realtà teatrali italiane e internazionali (Università di S. Paolo in Brasile, Accademia teatrale di Città del Messico, Università teatrale di Ankara- Turchia, Scuola di danza tradizionale balinese del maestro Dewa Ngurah a Bali). Lavora in alcuni film TV per la R.A.I. Italiana e tedesca. Lavora come lettrice per la casa editrice”Borelli” di Modena, sezione audiolibri e per diverse trasmissioni radiofoniche locali e nazionali.Premi: oltre ai riconoscimenti per gli Spettacoli Sospiro d’anima, Aysha, Miniere, Books Across Balkans. Primo premio nel 2007 al concorso nazionale di teatro La parola e il gesto a Imola.Premio Adelaide Ristori come miglior attrice nel 2013 Cividale del Friuli.

di e con AIda Talliente
musiche interpretate
da David Cej
disegno luci Luigi Biondi
scenografia Massimo Staich
musiche
Suspìr da l’anime e Giovinezza \ Marcello Manni e Giuseppe Blanc
Valzer del filare \ Daniele Mutino
Danza ungherese \ Johannes Brahms
Laži laži vere \ Mostar Sevdah Reunion
durata: 60 min

7 SETTEMBRE ORE 20:00
Villa Ponti, Via San Carlo, 63
Arona

  • Sospiro d'anima
Sostieni il Teatro sull'acqua. Aiuta la cultura.
FAI UNA DONAZIONE

3 - 8 settembre 2019

CULTURA, TEATRO, PAROLA E PASSIONE.

Unicità

Il Teatro sull'Acqua diretto da DACIA MARAINI è l'unico esempio italiano di produzioni teatrali sull'acqua. Si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d'Acqua di Hanoi (Vietnam).

Il teatro sotto-sopra

Il Teatro sull’Acqua ama invertire le regole del gioco. Qui la graticcia teatrale non è più vincolata alla soletta del teatro ma sul fondo del lago con i suoi corpi morti, le catene e le cime a cui ancorare le scenografie, quando le scenografie non scorrono ….sull’acqua! E’ un teatro sottosopra, dove cambiare punto di vista è la regola. La nascita di neologismi come nuot-attore oppure rem-attore testimoniano quello che di moderno e inaspettato qui accade.

Partecipazione

Il Teatro sull’Acqua è un progetto di cittadinanza culturale orientato alla produzione artistica, con la partecipazione attiva della comunità locale in sinergia con gli artisti professionisti in residenza. Esprime il genius loci del luogo. Gli stessi luoghi del quotidiano si trasformano: il Vecchio Porto di Arona diventa un anfiteatro romano sull’acqua. I ristoranti, le strade, le piazze e le ville diventano essi stessi teatro. Ogni luogo può essere teatro.

Iscriviti alla newsletter

Numeri, non solo numeri.

un coinvolgimento unico
150+
giovani formati
20
paesi coinvolti
8.000
persone tra incontri e teatro