Loading...

spettacolo teatrale di strada

Opera-confessione la cui drammaturgia si sviluppa attraverso le discipline circensi.

Produzione Associazione Culturale ArteMakìa in collaborazione con Piccola Scuola di Circo di Milano
Milo Scotton | Valeria Quatrale | Emanuele Melani | Aurora Morano

Liberamente ispirato al libro On The Road di Jack Kerouac, lo spettacolo si pone come opera-confessione la cui drammaturgia si sviluppa attraverso le discipline circensi. I temi che hanno ispirato la ricerca artistica sono la scoperta della vera identità delle cose e delle persone, la lotta contro il conformismo, la mancanza di ideali e la ricerca di un’identità umana lontana da quella proposta da un fasullo modello consumistico. Cinque personaggi oppressi dalla società in cui vivono desiderano fuggire, viaggiare o semplicemente scoprire dove li porterà un soffio di vento. Intraprendono un viaggio per ritrovare sé stessi. La strada che percorrono diventa metafora di un vissuto universale. I personaggi dalla loro esperienza personale passeranno a riflettere sulla felicità come progetto collettivo. On The Road è un’esperienza che porta i protagonisti alla consapevolezza dell'istante presente, un moderno carpe diem che attraverso le fragilità espresse dall’arte del circo contemporaneo, riesce a stringere il “momento tra le mani”, come un guizzo fisico per esprimere la ribellione, il battito, il ritmo del sentirsi vivi dentro. La Compagnia ArteMakìa non è solo una compagnia, è un’idea, un obiettivo da raggiungere, un sogno nato dalla volontà, dalla capacità e della creatività dell’artista e regista Milo Scotton. L’importante unione e collaborazione, durata più di dieci anni, con Olivia Ferraris ha generato una serie di produzioni di valenza nazionale ed internazionale per cui ArteMakìa raccoglie tutto quello che il duo Milo&Olivia ha prodotto con successo dal 2006 ad oggi, per proiettarsi in un progetto innovativo, non solo con l’entusiasmo delle idee e del talento, ma soprattutto con le competenze derivanti da una solida esperienza maturata nel campo dello spettacolo dal vivo. ArteMakìa è un progetto di ampio respiro che intende valorizzare il circo contemporaneo come impulso alla vita, alla speranza, perché la prestanza fisica degli artisti può unirsi ad un umorismo che fa riflettere in modo più leggero e dona evasione pura, in modo del tutto nuovo. Negli spettacoli di repertorio come nelle nuove produzioni lo spettatore trova il giusto equilibrio tra un’elegante poetica narrativa ed una ricerca tecnica innovativa legata al movimento ed alle discipline circensi più classiche. In scena gli attrezzi vivono e raccontano storie ed emozioni e gli artisti non sono mai meri esecutori ma interpreti di un vissuto capace di arrivare ad un pubblico di tutte le età.

Teatro di strada

On the Road

domenica 9 SETTEMBRE ORE 10.30 e 17:00

Piazza del Popolo - Arona

Sostieni il Teatro sull'acqua. Aiuta la cultura.
FAI UNA DONAZIONE

5 - 9 settembre 2018

CULTURA, TEATRO, PAROLA E PASSIONE.

Unicità

Il Teatro sull'Acqua diretto da DACIA MARAINI è l'unico esempio italiano di produzioni teatrali sull'acqua. Si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d'Acqua di Hanoi (Vietnam).

Il teatro sotto-sopra

Il Teatro sull’Acqua ama invertire le regole del gioco. Qui la graticcia teatrale non è più vincolata alla soletta del teatro ma sul fondo del lago con i suoi corpi morti, le catene e le cime a cui ancorare le scenografie, quando le scenografie non scorrono ….sull’acqua! E’ un teatro sottosopra, dove cambiare punto di vista è la regola. La nascita di neologismi come nuot-attore oppure rem-attore testimoniano quello che di moderno e inaspettato qui accade.

Partecipazione

Il Teatro sull’Acqua è un progetto di cittadinanza culturale orientato alla produzione artistica, con la partecipazione attiva della comunità locale in sinergia con gli artisti professionisti in residenza. Esprime il genius loci del luogo. Gli stessi luoghi del quotidiano si trasformano: il Vecchio Porto di Arona diventa un anfiteatro romano sull’acqua. I ristoranti, le strade, le piazze e le ville diventano essi stessi teatro. Ogni luogo può essere teatro.

Iscriviti alla newsletter

Numeri, non solo numeri.

un coinvolgimento unico
150+
giovani formati
20
paesi coinvolti
8.000
persone tra incontri e teatro