Loading...

Un progetto che nasce con l’obiettivo di promuovere e diffondere poesia

Lasciati prendere dal Verso giusto!

“Sempre caro mi fu questo Stivale, e questa gente, che per grande parte dai suoi tesori d’arte il guardo esclude. Ma movendo e mirando interminati volti di strada in strada, ed affollati eventi, ed osterie che son liete, io camerier mi fingo, quasi per gioco rimando con bravura. E come i versi s’odon fluir dei gran poeti, io quello infinito Menu con questa voce vo declamando: perché nel dì moderno sono sorte passioni, e la poesia è viva, e noi con lei. Così in convivialità si nutre il cuore mio, e il desinar m’è dolce, col poetare.”

Il Menù della Poesia è un progetto che nasce con l’obiettivo di promuovere e diffondere poesia, teatro e letteratura in luoghi non convenzionalmente deputati all’offerta culturale, in modo innovativo e coinvolgente, per nutrire animo e intelletto e contribuire al benessere sociale; una protesta pacifica per smentire chi sostiene “Con la cultura non si mangia!”. Veri e propri menù con poesie come fossero vivande“serviti” da maitres d’eccezione: attori professionisti che su richiesta del cliente recitano direttamente al tavolo. La poesia diviene così un’esperienza conviviale nella sua accezione più dantesca, strumento di trasmissione della conoscenza in maniera semplice e accessibile, banchetto di sapienza rivolto non soltanto ai dotti, ma a chiunque sia dotato di spirito gentile. Il format gira l’Italia dal 2010 e nel 2018 nasce l’Associazione Culturale “Il Menu della Poesia” che, nello stesso anno, vince il Bando Open Lab della Compagnia di San Paolo per progetti culturali innovativi di Audience Engagement.

da un’idea di Marco Bonadei
con Anna Charlotte Barbera, Mauro Bernardi, Marco Bonadei, Matteo De Mojana, Angelo Di Genio, Roberta Lanave, Valeria Perdonò, Alba Porto, Rocco Rizzo, Camilla Sandri, Vincenzo Zampa

giovedì 5 settembre
lungolago marconi, 49 - 049
venerdì 6 settembre
piazza del popolo, 41 - ANGOLINO BAR 2.0
sabato 7 settembre
piazza del popolo, 16 - BEAUTY BAR
sabato 7 settembre
piazza del popolo, 14 - HOSTARIA VECCHIO PORTICO

  • Il menù della Poesia
Sostieni il Teatro sull'acqua. Aiuta la cultura.
FAI UNA DONAZIONE

3 - 8 settembre 2019

CULTURA, TEATRO, PAROLA E PASSIONE.

Unicità

Il Teatro sull'Acqua diretto da DACIA MARAINI è l'unico esempio italiano di produzioni teatrali sull'acqua. Si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d'Acqua di Hanoi (Vietnam).

Il teatro sotto-sopra

Il Teatro sull’Acqua ama invertire le regole del gioco. Qui la graticcia teatrale non è più vincolata alla soletta del teatro ma sul fondo del lago con i suoi corpi morti, le catene e le cime a cui ancorare le scenografie, quando le scenografie non scorrono ….sull’acqua! E’ un teatro sottosopra, dove cambiare punto di vista è la regola. La nascita di neologismi come nuot-attore oppure rem-attore testimoniano quello che di moderno e inaspettato qui accade.

Partecipazione

Il Teatro sull’Acqua è un progetto di cittadinanza culturale orientato alla produzione artistica, con la partecipazione attiva della comunità locale in sinergia con gli artisti professionisti in residenza. Esprime il genius loci del luogo. Gli stessi luoghi del quotidiano si trasformano: il Vecchio Porto di Arona diventa un anfiteatro romano sull’acqua. I ristoranti, le strade, le piazze e le ville diventano essi stessi teatro. Ogni luogo può essere teatro.

Iscriviti alla newsletter

Numeri, non solo numeri.

un coinvolgimento unico
150+
giovani formati
20
paesi coinvolti
8.000
persone tra incontri e teatro