Loading...

spettacolo teatrale itinerante

Durata 30 minuti circa

Una centaura chiamata Centaura e Alice, quella del Paese delle Meraviglie, s’incontrano sul lungo lago di Arona evocate dal ritrovamento delle mura antiche della città. Centaura, la donna cavallo, scaturisce dal mito classico e Alice dalla fiaba letteraria. Se l’apparizione di Centaura ci apre alle leggende di fondazione che sempre legano una città alle sue mura, è Alice a prendere in mano la narrazione e ricordare al pubblico, con arguzia e leggerezza, avvenimenti storici e leggendari avvenuti lungo le mura ritrovate. Passeggiando accanto e tra il pubblico, i due surreali personaggi rievocano l’antico castello di Arona e la Rocca che fu distrutta da Napoleone, le colonne di militari con i cavalli grondanti di sudore diretti al valico del Sempione, le gesta dei martiri Graziano e Felino di cui la città conserva ancora le reliquie, l’arrivo di Garibaldi…

Centaura prosegue la collaborazione tra Dacia Maraini e la compagnia O Thiasos TeatroNatura diretta da Sista Bramini che da più di venticinque anni realizza un progetto artistico tra teatro, natura e i siti archeologici. In Arona che vola, spettacolo sull’acqua dello scorso anno con la drammaturgia di Dacia Maraini e la regia di Sista Bramini, la sfida era stata dar voce al Lago Maggiore perché narrasse ed evocasse davanti al pubblico le vicende più impressionanti e significative accadute sulle sue sponde. Quest’anno, intrecciando il restauro dei resti delle mura antiche con la passione per il mito nutrita da O Thiasos TeatroNatura, Dacia Maraini propone Centaura, un breve dialogo teatrale accolto dalla regia di Sista Bramini come un nuovo capitolo di narrazione della città, una sorta di eco poetica dello spettacolo sul lago dell’anno passato.

O Thiasos TeatroNatura
e Festival sull’Acqua di Arona
presentano
La Centaura
di Dacia Maraini
regia di Sista Bramini
con Camilla Dell’Agnola e Valen lotina Turrini
costumi Marta Ragazzoni
in scena la cavalla LUNA
con la partecipazione della Nuova Filarmonica Aronese
direttori di produzione Silvia Rossati, Simona Romerio
spettacolo itinerante lungo le antiche mura di Arona - durata 30 minuti.

PER CONOSCERE LA STORIA DELLE ANTICHE MURA
SCARICA IL PDF

PRIMA NAZIONALE
MERCOLEDÌ 6 - ore 19:30
REPLICHE
7 | 8 | 9 SETTEMBRE ORE 19:30
Antiche mura
Lungolago Marconi - Arona

  • Le mura di Arona
Sostieni il Teatro sull'acqua. Aiuta la cultura.
FAI UNA DONAZIONE

6 - 10 settembre 2017

CULTURA, TEATRO, PAROLA E PASSIONE.

Unicità

Il Teatro sull'Acqua diretto da DACIA MARAINI è l'unico esempio italiano di produzioni teatrali sull'acqua. Si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d'Acqua di Hanoi (Vietnam).

Il teatro sotto-sopra

Il Teatro sull’Acqua ama invertire le regole del gioco. Qui la graticcia teatrale non è più vincolata alla soletta del teatro ma sul fondo del lago con i suoi corpi morti, le catene e le cime a cui ancorare le scenografie, quando le scenografie non scorrono ….sull’acqua! E’ un teatro sottosopra, dove cambiare punto di vista è la regola. La nascita di neologismi come nuot-attore oppure rem-attore testimoniano quello che di moderno e inaspettato qui accade.

Partecipazione

Il Teatro sull’Acqua è un progetto di cittadinanza culturale orientato alla produzione artistica, con la partecipazione attiva della comunità locale in sinergia con gli artisti professionisti in residenza. Esprime il genius loci del luogo. Gli stessi luoghi del quotidiano si trasformano: il Vecchio Porto di Arona diventa un anfiteatro romano sull’acqua. I ristoranti, le strade, le piazze e le ville diventano essi stessi teatro. Ogni luogo può essere teatro.

Iscriviti alla newsletter

Numeri, non solo numeri.

un coinvolgimento unico
150+
giovani formati
20
paesi coinvolti
8.000
persone tra incontri e teatro