Loading...

teatro di strada e di figura

uno spettacolo che fa tornare bambini

El Bechin è il suo nome, come la sua professione d’altronde! Come becchino scarrozza i defunti di città in città, ravviva le strade suscitando orrore nella gente! I suoi scheletri sono molto più vivi di quanto si possa credere e provocano il sorriso quanto più tentino d’incutere paura!
Come risvegliare dal sonno più profondo questi burattini d’oltretomba?
Naturalmente a tempo di musica, balli sregolati e una buona dose di follia.
Clown dalle storie macabre ma esilaranti, El Bechin riesce a dar vita a uno spettacolo davvero divertente dal quale lo spettatore viene magicamente catturato, uno spettacolo che fa tornare bambini.
Una commedia ricca di buffonerie o una danza dalle coreografie raccapriccianti?
…di certo una risata vi seppellirà.

Dario Marodin muove i suoi primi passi nel mondo dell’arte di strada nel 2006 a Venezia, sperimentando e improvvisandosi artista tra l’euforia del carnevale.
Nel suo percorso artistico comincia a girare in lungo e in largo l’Italia, tra grandi e piccole piazze, tra festival e sagre di paese, rigorosamente a cappello; la sua migliore scuola è la strada.
Appassionatosi decide di approfondire i suoi studi seguendo corsi di formazione delle più svariate discipline e affidandosi ai professionisti della materia: CLOWN con Jean Meningue, Pierre Byland, Andrè Casaca, Loco Brusca e Jango Edwards; MIMO con Yves Lebreton e Elena Serra; DANZA con Carlo Galiazzo e Alberto Cacopardi; TEATRO con Vanni Marchi, Rita Pelusio, Paolo Busi, Domenico Lannutti e Philip Radice; TEATRO DI STRADA con Peter Weyel e Rodolfo Meneses; MARIONETTE E BURATTINI con Adrian Bandierali e Marcela Chiappe.
Nella sua esperienza lavorativa si esibisce in circhi e teatri, partecipa a festival d’arte di strada di fama nazionale e internazionale, collezionando la presenza come artista in programma in differenti paesi d’europa e del mondo tra Italia, Germania, Austria, Slovenia, Svizzera, Olanda, Belgio, Spagna, Lettonia, Brasile, Cile e Argentina. Vince differenti premi dove viene riconosciuto per essere un artista comico dalla spontanea semplicità.

Teatro di strada e di figura
MERCOLEDÌ 6 SETTEMBRE ORE 17:00 e 22:00
Piazza del Popolo - Arona

  • HORROR PUPPETS SHOW
Sostieni il Teatro sull'acqua. Aiuta la cultura.
FAI UNA DONAZIONE

6 - 10 settembre 2017

CULTURA, TEATRO, PAROLA E PASSIONE.

Unicità

Il Teatro sull'Acqua diretto da DACIA MARAINI è l'unico esempio italiano di produzioni teatrali sull'acqua. Si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d'Acqua di Hanoi (Vietnam).

Il teatro sotto-sopra

Il Teatro sull’Acqua ama invertire le regole del gioco. Qui la graticcia teatrale non è più vincolata alla soletta del teatro ma sul fondo del lago con i suoi corpi morti, le catene e le cime a cui ancorare le scenografie, quando le scenografie non scorrono ….sull’acqua! E’ un teatro sottosopra, dove cambiare punto di vista è la regola. La nascita di neologismi come nuot-attore oppure rem-attore testimoniano quello che di moderno e inaspettato qui accade.

Partecipazione

Il Teatro sull’Acqua è un progetto di cittadinanza culturale orientato alla produzione artistica, con la partecipazione attiva della comunità locale in sinergia con gli artisti professionisti in residenza. Esprime il genius loci del luogo. Gli stessi luoghi del quotidiano si trasformano: il Vecchio Porto di Arona diventa un anfiteatro romano sull’acqua. I ristoranti, le strade, le piazze e le ville diventano essi stessi teatro. Ogni luogo può essere teatro.

Iscriviti alla newsletter

Numeri, non solo numeri.

un coinvolgimento unico
150+
giovani formati
20
paesi coinvolti
8.000
persone tra incontri e teatro