Loading...

Fondatore di Emergency

domenica 23 settembre ore 17:30

Medico, attivista e filantropo italiano fondatore, assieme alla moglie Teresa Sarti, dell'ONG italiana Emergency.

Gino Strada è nato a Sesto San Giovanni nel 1948.

Chirurgo d'urgenza al Policlinico di Milano, negli anni '80 si è occupato principalmente di chirurgia dei trapianti di cuore e cuore-polmone, con lunghi periodi di permanenza negli Stati Uniti e stages presso l’ospedale di Harefield, (GB) e presso il Groote Schuur Hospital, a Capetown, Sud Africa.

Dopo aver lavorato in Italia, nel 1988 decide di applicare la sua esperienza di chirurgia di urgenza all’assistenza e alla cura dei feriti di guerra. Dal 1989 al 1994 lavora con la Croce Rossa Internazionale di Ginevra.

Nella primavera del 1994, con un gruppo di colleghi e amici, fonda a Milano Emergency, un’associazione che ha offerto cure gratuite alle a oltre 9 milioni di persone vittime della guerra, delle mine antiuomo e della povertà.
Dal 1994, ne è direttore esecutivo.

Gino Strada ha ricevuti numerosi premi e riconoscimenti, tra i quali il premio Premio Antonio Feltrinelli dell’Accademia Nazionale dei Lincei nel 2003, il Right Livelihood Award, il cosiddetto Nobel alternativo, nel 2015 e il Sunhak peace prize in 2017.

in caso di maltempo l’evento sarà spostato alla Sala Polivalente San Carlo in Via Don Minzoni, 17

FUORIFESTIVAL

Gino Strada

domenica 23 SETTEMBRE ORE 17:30

Piazza San Graziano - Arona

  • Gino Strada fondatore di Emergency
Sostieni il Teatro sull'acqua. Aiuta la cultura.
FAI UNA DONAZIONE

5 - 9 settembre 2018

CULTURA, TEATRO, PAROLA E PASSIONE.

Unicità

Il Teatro sull'Acqua diretto da DACIA MARAINI è l'unico esempio italiano di produzioni teatrali sull'acqua. Si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d'Acqua di Hanoi (Vietnam).

Il teatro sotto-sopra

Il Teatro sull’Acqua ama invertire le regole del gioco. Qui la graticcia teatrale non è più vincolata alla soletta del teatro ma sul fondo del lago con i suoi corpi morti, le catene e le cime a cui ancorare le scenografie, quando le scenografie non scorrono ….sull’acqua! E’ un teatro sottosopra, dove cambiare punto di vista è la regola. La nascita di neologismi come nuot-attore oppure rem-attore testimoniano quello che di moderno e inaspettato qui accade.

Partecipazione

Il Teatro sull’Acqua è un progetto di cittadinanza culturale orientato alla produzione artistica, con la partecipazione attiva della comunità locale in sinergia con gli artisti professionisti in residenza. Esprime il genius loci del luogo. Gli stessi luoghi del quotidiano si trasformano: il Vecchio Porto di Arona diventa un anfiteatro romano sull’acqua. I ristoranti, le strade, le piazze e le ville diventano essi stessi teatro. Ogni luogo può essere teatro.

Iscriviti alla newsletter

Numeri, non solo numeri.

un coinvolgimento unico
150+
giovani formati
20
paesi coinvolti
8.000
persone tra incontri e teatro