Loading...

Contro venti e maree. Idee sull’Europa e sull’Italia

Il Mulino, 2017
Libro di Enrico Letta, Contro venti e maree. Idee sull’Europa e sull’Italia

Un dialogo sui temi caldi per la politica europea

La Brexit, la vittoria di Trump, la rinascita di partiti nazionalisti in tutta Europa: Contro venti e maree. Idee sull’Europa e sull’Italia (Il Mulino, 2017) sembra nascere proprio da un bisogno di fare chiarezza sugli eventi che stanno cambiando la faccia del nostro continente, e di proporre per il futuro non l’alternativa al peggio, bensì il meglio, per quanto difficile possa essere. In questo libro Enrico Letta dialoga con il corrispondente del quotidiano cattolico francese La Croix, Sébastien Maillard, esprimendo, dalla sua posizione privilegiata di ex premier ed ex parlamentare, la sua opinione su temi caldi per la politica europea.

Enrico Letta è stato presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014. Nel 1998 viene nominato Ministro per le Politiche comunitarie del governo D’Alema I, diventando il più giovane ministro, fino ad allora, della storia della Repubblica. È stato successivamente Ministro dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato nei Governi D’Alema II ed Amato II, e poi Sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei Ministri del governo Prodi II. Europarlamentare dal 2004 al 2006 nel gruppo liberaldemocratico, dal 2001 è stato deputato, iscritto dapprima al gruppo parlamentare della Margherita e poi a quello del PD, partito del quale è stato vicesegretario nazionale dal 2009 al 2013. Il 9 giugno 2015 rinuncia al seggio in Parlamento al fine di dedicarsi all’insegnamento universitario.
Dal 1° settembre dirige la Scuola di Affari Internazionali dell’Istituto di Studi Politici di Parigi.

VENERDÌ 8 SETTEMBRE
ORE 18:30
Piazza San Graziano - Arona

  • Enrico Letta, Contro venti e maree. Idee sull’Europa e sull’Italia
Sostieni il Teatro sull'acqua. Aiuta la cultura.
FAI UNA DONAZIONE

5 - 9 settembre 2018

CULTURA, TEATRO, PAROLA E PASSIONE.

Unicità

Il Teatro sull'Acqua diretto da DACIA MARAINI è l'unico esempio italiano di produzioni teatrali sull'acqua. Si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d'Acqua di Hanoi (Vietnam).

Il teatro sotto-sopra

Il Teatro sull’Acqua ama invertire le regole del gioco. Qui la graticcia teatrale non è più vincolata alla soletta del teatro ma sul fondo del lago con i suoi corpi morti, le catene e le cime a cui ancorare le scenografie, quando le scenografie non scorrono ….sull’acqua! E’ un teatro sottosopra, dove cambiare punto di vista è la regola. La nascita di neologismi come nuot-attore oppure rem-attore testimoniano quello che di moderno e inaspettato qui accade.

Partecipazione

Il Teatro sull’Acqua è un progetto di cittadinanza culturale orientato alla produzione artistica, con la partecipazione attiva della comunità locale in sinergia con gli artisti professionisti in residenza. Esprime il genius loci del luogo. Gli stessi luoghi del quotidiano si trasformano: il Vecchio Porto di Arona diventa un anfiteatro romano sull’acqua. I ristoranti, le strade, le piazze e le ville diventano essi stessi teatro. Ogni luogo può essere teatro.

Iscriviti alla newsletter

Numeri, non solo numeri.

un coinvolgimento unico
150+
giovani formati
20
paesi coinvolti
8.000
persone tra incontri e teatro