Loading...

Con Giorgio Vacchiano e Serena Giacomin, modera Ruggero Rollini

a cura dello young board di Teatro sull'Acqua

GIORGIO VACCHIANO
Ricercatore e docente in Gestione e pianificazione forestale presso l’Università Statale di Milano, studia modelli di simulazione in supporto alla gestione forestale sostenibile, la mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico e ai disturbi naturali nelle foreste temperate europee. Ha all’attivo numerose pubblicazioni scientifiche; è membro della Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale (SISEF) e dell’Ecological Society of America (ESA), e consigliere dell’Associazione Pro Silva Italia. Si occupa anche di comunicazione e divulgazione scientifica e nel 2018 è stato nominato dalla rivista «Nature» tra gli 11 migliori scienziati emergenti nel mondo che «stanno lasciando il segno nella scienza».

SERENA GIACOMIN
Meteorologa del centro Epson Meteo, presidente dell’Italia Climate Network e divulgatrice scientifica per le reti Mediaset. Ha una laurea in fisica ed è specializzata in fisica dell’atmosfera e meteorologia. È una meteorologa molto apprezzata, oltre ad essere il volto del Centro Epson Meteo di TG5.

RUGGERO ROLLINI
Laureato in chimica e divulgatore scientifico, Ruggero Rollini si occupa principalmente di comunicazione della chimica ambientale e di sostenibilità. Da oltre un anno, con il format “La Scienza Sul Divano”, intervista scienziati e divulgatori in un contesto estremamente informale. Tiene incontri nelle scuole sui temi dell’inquinamento e della comunicazione della scienza online. È stato docente di comunicazione della chimica per la Società Chimica Italiana.
Dal 2019 collabora alla realizzazione di Superquark+.
«Teatro sull’Acqua è stato uno dei miei primi contatti con la divulgazione. Al festival ho visto alternarsi sul palco tantissimi romanzieri e saggisti che, con il loro lavoro, fanno divulgazione. Mi occupavo di registrare le interviste molti autori lui ho conosciuti dal vivo. Alcuni erano simpatici, altri meno. Alcuni altezzosi, altri alla mano. Vederli dietro le quinte li rende persone. Allora forse anche io potevo diventare un comunicatore, come loro. Uno dei miei format principali ha come fulcro le interviste. Trae enormemente spunto dai Late Show americani, ma dopo quattro anni passati ad ascoltare i dialoghi di Dacia Maraini in Piazza San Graziano qualcosa ti rimane. Prima di arrivare a quei livelli, però, ne devo fare di gavetta…Tornare al TsA sarà divertente, non nascondo un po’ di emozione. La cosa certa è che avrò un occhio di riguardo per i volontari, essendo stato uno di loro, so la passione che ci mettono.»
Il suo sito è www.ruggerorollini.it


9 settembre ore 18:30
Piazza San Graziano - Arona

  • LA CRISI CLIMATICA E LE SUE POSSIBILI SOLUZIONI
Sostieni Teatro sull'Acqua. Aiuta la cultura.
REGALA UN BIGLIETTO SOSPESO

9 - 13 settembre 2020

CULTURA, TEATRO, PAROLA E PASSIONE.

Unicità

Teatro sull'Acqua diretto da DACIA MARAINI è l'unico esempio italiano di produzioni teatrali sull'acqua. Si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d'Acqua di Hanoi (Vietnam).

Il teatro sotto-sopra

Il Teatro sull’Acqua ama invertire le regole del gioco. Qui la graticcia teatrale non è più vincolata alla soletta del teatro ma sul fondo del lago con i suoi corpi morti, le catene e le cime a cui ancorare le scenografie, quando le scenografie non scorrono ….sull’acqua! E’ un teatro sottosopra, dove cambiare punto di vista è la regola. La nascita di neologismi come nuot-attore oppure rem-attore testimoniano quello che di moderno e inaspettato qui accade.

Partecipazione

Il Teatro sull’Acqua è un progetto di cittadinanza culturale orientato alla produzione artistica, con la partecipazione attiva della comunità locale in sinergia con gli artisti professionisti in residenza. Esprime il genius loci del luogo. Gli stessi luoghi del quotidiano si trasformano: il Vecchio Porto di Arona diventa un anfiteatro romano sull’acqua. I ristoranti, le strade, le piazze e le ville diventano essi stessi teatro. Ogni luogo può essere teatro.

Iscriviti alla newsletter

Numeri, non solo numeri.

un coinvolgimento unico
150+
giovani formati
20
paesi coinvolti
8.000
persone tra incontri e teatro